Tantissimi film hardcore da visonare gratis online
Ti senti un fallito?
www.sparati.com
SEGNALA UN SITO AGGIUNGI NUTILLA FRA I TUOI PREFERITI CONTATTA LO STAFF
Siamo in 65
» HOME

» PAUSACAFFE'
· GameBox
· La Sai l'Ultima su?
· I Test(icoli)
· Gli Scherzi on-line
· Oroscopo


» PAZZOWEB
·VideoFun
·Immagini Pazze
·Notizie Pazze
·Sfondi Pazzi


» COM.(M)UNITY
·La Messaggeria
·Chat-ti-amo


» UTILITY
·Utility-Desktop
·Buoncompleanno
 Cards

·Bad Cards


» ADULT ZONE

» WEBMASTER


FILMISSIMI
Comodamente davanti
al tuo PC goditi questi bellissimi films hardcore della durata di circa 30 minuti.


FACCIAMOLO COSI'
In quale posizione preferisci fare sesso?
Scegli la tua, vota e lascia un commento...!


ADULT TV
La Tv hardcore
con 9 canali e una programmazione
24ore non stop


WEBCAMS
Bellissime ragazze si spogliano davanti la loro webcam

Ragazza si fa un ditalino in mezzo alla strada


Sexy
Cartoons

Mamma e figlia non ne perdono una...
» Una a caso:
Perche' il sesso assomiglia molto al bridge? Perche' non c'e' bisogno di avere un partner se hai una buona mano. ...[continua]


Nutilla on Facebook


Home > Adult Zone > Racconti Erotici > La punizione - Gli zii mi puniscono ... a modo lor


  
 RACCONTI EROTICI

» la punizione - gli zii mi puniscono ... a modo lor
inviato da: dinosaurio
Letto 27.166 volte
Al 206° posto in questo momento con 309 voti.
Hanno votato in 12 giorni 80 amici (36 donne e 44 uomini).




La punizione.

Normalmente avvisavo lo zio Bruno quando venivo a visitarlo, ma questa volta non ne avevo avuto la possibilità, e rimasi stupito nel constatare che la porta degli zii era aperta.
Entrai cercando di farmi sentire, forse zia Cinzia aveva dimenticato la porta aperta e se ne stava davanti alla televisione come sempre.
Dal salotto però sentii arrivare rumori strani, gemiti e scossoni come se qualcuno stesse lottando.
Aprii lentamente un poco la porta e rimasi di stucco.
La zia nuda e con le cosce spalancate stava mezzo seduta sul divano e lo zio, anche lui nudo, le stava ficcando il suo cazzo enorme nella fica con affondi tremendi che facevano ballare il divano.
Lo zio stava piegato con le mani appoggiate alla spalliera del divano e senza complimenti dava colpi tremendi di culo come se volesse squarciare la povera zia Cinzia.
La povera zia?
La zia gemeva e incitava a gambe spalancate come se non fossero abbastanza forti le mazzate che lo zio le stava dando.
- Sii, dai, sbattimi forte …oooh, oddio … si, dai …-
E lo zio si infuriava a forza di colpi di cazzo, a volte si fermava per ruggire, poi ricominciava a menare affondi.
Mi sembrava impossibile che la zia non si aprisse in due, lo zio è un omaccione, è un duro, in paese lo temono quasi tutti.
Io ci stavo volentieri con lui, perché mi insegnava molte cose, mi insegnava a fare a pugni e a fare la lotta. Mi insegnava anche i trucchi che aveva imparato nella Legione Straniera, ma io non ero forte come lui.
Per i miei quindici anni ero abbastanza in forze e ben sviluppato, mi mancavano ancora però tante cose per competere con lui. Era a volte burbero con me, io lo so che lo faceva per farmi diventare un uomo, ma a volte facendo la lotta, mi portava al limite delle mie forze.
Poi mi consolava e mi raccontava le sue avventure, dove si era fatto fare i tatuaggi che ornavano le sue braccia e la sua schiena, con quali donne aveva fatto certe cose, che fine avevano fatto alcuni suoi commilitoni, insomma, tutte storie che mi affascinavano.
Al momento però ero affascinato nel vedere come ballavano i muscoli della sua schiena e quelli del suo culo mentre dava colpi forsennati al ventre della zia, che, ogni volta che scivolava in giù, era spinta nuovamente in posizione dal cazzo dello zio.
Era una cosa sconvolgente per me, non avevo mai visto una scopata dal vivo, ne avevo sognato, ma in modo confuso. Specialmente durante i racconti dello zio.
Il mio cazzo era diventato duro che mi faceva male nei pantaloni. Li aprii e li abbassai fino alle caviglie assieme alle mutande, e cominciai, col sangue che mi faceva scoppiare la testa, a farmi una sega micidiale.
Quando la zia cominciò a strillare " sborrooo, vengooo " uno scoppio nel mio cervello e nel mio ventre mi fecero perdere la conoscenza, e mentre cominciavo a sborrare l'anima, perdetti l'equilibrio e detti una capocciata alla porta facendola aprire un poco, e provocando un baccano del diavolo.
Improvvisamente si fece silenzio nel salotto, ed io diventai di pietra, un ghiaccio improvviso si era impadronito di me.
Mi ero inginocchiato mentre sborravo sul pavimento, e in quella posizione vidi solo le cosce muscolose di mio zio ad un metro da me, e il suo cazzo ancora duro che dondolava lucido e gocciolante davanti ai miei occhi annebbiati.
- Sante, che cazzo fai qui!-
La sua voce incazzata mi fece quasi sciogliere dalla paura. Non ero in grado di parlare, avevo il cuore letteralmente in gola e le tempie che martellavano.
Cazzo!
Una sborrata colossale e una paura da morire!
Lo zio mi prese bruscamente per un braccio e mi trascinò nel salotto sbraitando arrabbiato.
- Ma guarda sto figlio di puttana! Ci spia mentre chiaviamo e sborra sul pavimento!-
Mi dette uno strattone e guardandomi con occhi spiritati, quasi mi sputò in viso.
- Brutto stronzo, ti piace spiare, ti piace veder chiavare, vero? Ti piace vedere una donna nuda, maialone!-
Mi zia mi guardava con occhi curiosi e se ne stava con le gambe spalancate e con la fica pelosa ancora aperta che grondava.
I miei occhi erano incollati alla sua fica, la zia se ne accorse e malignamente si aperse la fica con le mani, e.. il mio cazzo cominciò ad indurirsi ancora.
- Ma guarda che impunito! Ti guarda la fica e si eccita anche! È proprio un maiale il nostro Santino!-
Lo zio mi dette un altro strattone e con voce meno arrabbiata, mi spinse davanti alla fica della zia.
- Volevi vedere una fica? ... Non hai mai visto una fica aperta?-
Scoppiavo dalla vergogna, ma trovai la forza di scuotere il capo in segno di diniego, l'odore della fica bagnata della zia a momenti mi faceva svenire dal piacere.
- Allora eccola! Adesso la puoi vedere …guarda com’è fatta una fica … leccala!-
Mi spinse la testa fra le cosce della zia, e mi trovai col viso sui peli bagnati e con la bocca a contatto con la carne calda e umida della sua fica.
Diomio!
L'odore ed il calore mi fecero gemere e la mia lingua scattò come se lo avesse fatto cento volte.
Cominciai a leccare e a ficcare la lingua nel buco della fica della zia senza impressionarmi per il gusto salato e per l'unto che mi riempiva il viso, ficcavo talmente a fondo la lingua che mi facevano male le mascelle. Il calore delle cosce della zia sulle mie guance, e la carne tenera a bagnata della sua fica, mi avevano fatto scendere una nebbia di libidine nel cervello, che avrei leccato anche se avesse cominciato a pisciare.
La zia cominciò e soffiare ed a gemere muovendo a scatti il culo, sporgeva la fica sulla mia bocca che a momenti mi mancava il respiro.
-Diomio come lecca … dai, succhia … lecca maialone, leccami la fica … siii, continua così … oddio come lecca!-
Con la coda dell'occhio vidi che mi zio si faceva su di me, per un attimo pensai che mi desse uno sberlone sulla testa, cosa che non mi avrebbe distolto dal mio leccare, ma poi vidi che si stava menando con forza l'uccello e che stava appoggiando un piede sul divano.
Prese la testa della zia e senza tanti complimenti le ficcò il suo cazzone enorme nella bocca che lei teneva aperta per gemere.
Per un attimo pensai che la strozzasse, ma poi vidi che la zia gorgogliando aveva acchiappato il cazzo e lo succhiava menandolo e dettando lei il ritmo.
Mi levai la camicia senza togliere la bocca dalla fica della zia, il sugo che raccoglievo con la lingua aveva cominciato a piacermi da morire.
La fica della zia continuava a strusciarsi sul mio viso e, avendo le mani libere, cominciai ad accarezzare le cosce calde e la pancia carnosa. Avanzai fino a trovare le tette, cominciai a manipolarle con piacere e trovai i capezzoli duri.
Cominciai a strizzarli come un pazzo senza accorgermi che stavo gemendo tutto il tempo nella fica della zia.
Improvvisamente la zia smise di succhiare il cazzo dello zio e allontanò la mia testa dalle sue cosce con forza. Mi prese e mi spinse a sedere sul divano. Mi allargò le gambe, s’imginocchiò davanti a me, e con la bocca spalancata si gettò sul mio cazzo gonfio da morire.
Per un attimo credetti di svenire, vidi che mi stava guardando con occhi da matta, poi non vidi più niente, i miei occhi si erano chiusi da soli ed avevo cominciato a gemere singhiozzando. La bocca della zia mi stava succhiando il cervello e non mi importava di morire così.
Sentii la voce dello zio che ansimando mi diceva da lontano.
- La zia è la più bella pompinara del mondo … ti piace Sante, vero?-
Io ero troppo occupato a trattenere la mia vita con i denti, non ero in grado di rispondere, riuscii a malapena ad aprire gli occhi. Vidi che lo zio si stava menando il cazzo furiosamente, e che con la mano libera stava ficcando due dita nella fica della zia dal di dietro provocando rumori di bagnato.
La zia, inferocita dalle dita che tormentavano la sua fica, cominciò a succhiare e a mordere il mio cazzo in modo violento che mi faceva male.
Stavo quasi per sborrarle in bocca, ma la sua violenza mi fece tornare la sborra nei coglioni procurandomi fitte per tutto il ventre.
Poi sentii un colpo, lo zio aveva infilato il suo cazzo nella fica fumante della zia e aveva cominciato a dare colpi da matto.
Ad ogni colpo la bocca della zia si infilava talmente, che il mio cazzo le arrivava fino alle tonsille. Lei agitava il culo e gorgogliava insalivandomi anche la sacca dei coglioni con la bava che le usciva di bocca.
Un urlo che sembrava un ruggito da foresta, mi fece capire che lo zio stava scaricando la sua sborra nella fica della zia. Deve averne scaricata una quantità enorme, perché il suo ruggito durò almeno cinque minuti mentre la zia boccheggiava col mio cazzo in bocca.
I ruggiti dello zio diventarono soffi di mantice e il suo cazzo uscì

dalla fica che grondava, sentii che si inginocchiava sul divano e che spingeva il culo della zia.
- Dai, fallo chiavare … hai la fica piena ora, chiavalo!-
La zia ci mise molto per reagire, poi lentamente si alzò e mi prese fra le mani il viso.
- Santino, ora ti faccio chiavare … puoi sborrarmi nella fica se vuoi, maialone …-
Mi spinse sulla spalliera e, spalancando le cosce, si mise a sedere sul mio bacino, prese il mio cazzo e lo diresse al buco della sua fica. Una colata di sborra uscì dalla sua fica e mi allagò ventre e coglioni, mentre sentivo il cazzo circondarsi di calore e di carne bollente.
Mi trovai con le tette della zia sul viso e con il suo culo sulle mie cosce, il mio cazzo era sparito nella sua pancia. Mi pareva d'essere in paradiso e le fitte che avevo avuto al ventre stavano sparendo nel calore del suo ventre, la sborra che si era accumulata nei miei coglioni cominciava a farsi sentire.
La fica della zia avvolgeva tutto il mio cazzo di umido calore vischioso, mi partirono scosse di bacino che non riuscivo a dominare, ma erano scosse che non spostavano la zia nemmeno di un millimetro, il suo culo era troppo pesante.
A farmi ballare il cervello però ci pensava però la zia, con movimenti di bacino e con strette di fica mi faceva venire stelle filanti nella testa. Sul più bello, mio zio mi prese bruscamente per i capelli e con voce poco rassicurante mi costrinse a girare il viso verso di lui che mi era giunto a pochi centimetri.
- Ti meriti una punizione maialone, ci guardi a scopare e ti fai sbocchinare da mia moglie … e me la chiavi per giunta! … non credere di cavartela così! -
Avvicinò il suo cazzo moscio al mio viso che odorava di sborra e di fica, e me lo appoggiò alla bocca.
- Ciuccialo! Fammelo diventare duro, dai! Ciuccialo!-
Scostai il viso, l'odore di sborra era veramente forte, ma la zia mi chiuse il naso, e sempre menando il culo, mi sussurrò.
- Non aver paura … non c'è niente di male …-
Dovetti aprire la bocca per respirare, ed era quello che aspettava mio zio. Mi ficcò subito il suo cazzo moscio in bocca e tirandomi per i capelli, cominciò a muovere la mia testa avanti e indietro.
Mi sentivo la bocca piena di carne, carne molliccia dalla pelle tenera, e mi sorprese constatare che non mi faceva schifo. Anzi, dopo un poco cominciò a piacermi sentire il sapore del suo cazzo e, sentendo che lentamente stava diventando gonfio e duro, cominciai a muovere la testa da solo.
- Bravo!- Disse lo zio, e cominciò ad accarezzarmi la testa mentre la zia cominciava a gemere ed a dare scatti di culo.
Il cazzo che avevo in bocca cominciava ad essere troppo grosso, mi eccitava però da morire, e le strizze che sentivo al mio cazzo, cominciarono a farmi gemere gorgogliando.
La fica della zia cominciò a mungere ed a spasimare, poi un'ondata di liquido bollente invase il mio cazzo che esplose come un vulcano.
Cominciai a sborrare l'anima nella fica della zia che si dimenava come una tarantola, sborrai talmente a lungo che mi pareva di morire per un colpo al cuore.
Per gridare spalancai la bocca più che potevo per far uscire l’aria dai polmoni, il cazzo dello zio sembrava una tromba nella mia bocca. Al momento però ero con la mente nell’incendio che era scoppiato nel mio corpo e che mi faceva sborrare anche la spina dorsale
La zia si era calmata e si era appoggiata su di me sfinita, facevo fatica a respirare e non riuscivo a trattenere gli ultimi guizzi del mio ventre.
Mentre lo zio faceva uscire il suo cazzo ormai duro dalla mia bocca, la zia allargò le cosce e fece uscire lentamente il mio cazzo che si stava rammollendo. Un'ondata di sborra colò nuovamente sulle mie cosce, poi la zia si sedette accanto a me e mi tirò su di se.
Mi trovai a cosce aperte seduto sul suo bacino, lei si sdraiò all'indietro tirandomi su di sé, e cominciò a baciarmi e a leccarmi il viso.
- Mi hai fatto sborrare maialone … e mi hai riempito la fica … ti è piaciuto?-
Stavo adagiato sul suo corpo molle e caldo, stavo per dirle che ero morto di piacere, ma dovetti lanciare un urlo.
Un dito di mio zio si era infilato brutalmente nel mio culo mentre la zia mi teneva strettamente le chiappe e le stava aprendo, ogni tentavo che facevo per scostarmi era invano.
La zia mi teneva e mi baciava, e lo zio mi spingeva con forza con una mano su di lei continuando a far scorrere un dito dell’altra mano nel mio buco indifeso.
- È solo un dito Sante … è solo un dito!- Mi sussurrava ansando la zia.
Imprigionato sul suo corpo, non potevo impedire che lo zio facesse scorrere avanti e indietro il suo dito, e, passato il primo spavento, cominciai a rilassarmi.
Cominciava a piacermi sentirmi abbandonato sulle tette della zia, sentire la sua bocca insalivarmi e le sue mani allargarmi le chiappe del culo. Anche il dito che continuava ad infilarsi sempre più velocemente cominciava ad eccitarmi, sentivo che il mio cazzo imprigionato tra il mio ventre e quello morbido e caldo della zia, si stava indurendo.
Mi sfuggirono anche un paio di gemiti, e quando il dito dello zio si sfilò, mi sentii quasi male, stavo meglio col dito nel culo.
Le mani della zia tenevano sempre le mie chiappe ben aperte, e non le lasciarono neanche quando sentii che qualcosa di grosso mi stava spingendo.
Sentii solo un gran bruciore quando lo zio infilò la sua cappella enorme nel mio culo. Il mio grido fu soffocato dalla bocca della zia pressata sulla mia, ma dopo il primo bruciore provai uno strano piacere sentirmi allargare il culo.
Lo zio spinse con cautela e, poco a poco, sentii che i suoi coglioni si appoggiavano alle mie chiappe, aveva infilato tutto il suo cazzo nel mio intestino senza procurarmi tanto dolore.
Il mio cuore batteva da matti, e mi stupivo di sentire che il suo cazzo che sapevo enorme, mi stava procurando piacere senza farmi tanto male e mi faceva indurire ancora il cazzo indolenzito dalla sborrata.
Poi cominciò ad incularmi lentamente, mi teneva per i fianchi e si affondava senza fretta, mi faceva impazzire dal piacere.
Cominciai a mugolare inconsciamente, mia zia smise di baciarmi e mi costrinse a mettermi in ginocchio sul divano. Mi appoggiai alla spalliera e allargai le ginocchia senza far uscire il cazzo dello zio, mi stavano volando stelle filanti per la testa.
La zia era scivolata via e si era coricata sulla schiena infilando il capo sotto il mio ventre. Sentii che la sua mano mi stava menando il cazzo ormai indurito del tutto e che se lo metteva in bocca.
La sua lingua cominciò a tormentarmi la cappella e i miei gemiti diventarono strilli di piacere. Mi veniva l'acquolina in bocca e sentivo che stavo maturando una sborrata che mi avrebbe stroncato.
Il cazzo dello zio aveva cominciato a farsi violento, lo sentivo avanzare nel culo sempre più velocemente e mi faceva salire ondate di spasmi piacevoli dai coglioni che diventarono insopportabili. Cominciarono a salire ondate di contrazioni inarrestabili che mi facevano torcere il ventre e poi sentii l'urlo dello zio.
Il suo cazzo cominciò a vibrare nel mio culo e un getto caldo di sborra mi invase il budello facendo esplodere anche il mio cazzo nella bocca della zia.
Abbandonato con la testa appoggiata sulle braccia sulla testiera del divano, mi sembrava di morire dal piacere che aveva invaso tutto il mio corpo, e avevo la sensazione di svuotarmi  a forza di sborrare.
Il cazzo dello zio continuava a riempirmi con spruzzi che facevano aumentare l'intensità della mia sborrata, ed io credevo veramente che fosse giunto il mio momento.
Quando rinvenni un poco, ero senza un goccio di saliva in bocca a forza di gridare dal piacere. In compenso però, avevo il culo pieno di sborra ed il cazzo rammollito al sicuro nella bocca della zia.
Gli zii mi lasciarono tramortito sul divano col culo che gocciolava sperma, e si sedettero accanto a me. La zia accarezzandomi il sedere, si chinò sulla mia bocca ancora ansante e con le labbra ancora sporche del mio sperma, mi baciò.
- Sei un bel maialone Sante … mi hai fatto bere una quantità enorme di sborra!-
- Sì!- Aggiunse mio zio.- È veramente un bel maialone … mi ha fatto sborrare come se avesse una fica al posto del culo! … diomio che sborrata mi hai fatto fare, Santino!-
Sentii con piacere la voce della zia che chinandosi mi sussurrò,
- A noi è piaciuto un mondo … spero che non sia stata l'ultima volta … che ne dici Santino?-
Non avevo fiato per rispondere … ma non fu l'ultima volta …

*****

Come trovi questo racconto?
Puoi visitarmi  e commentare su
Dinoerotico.net






Se ritieni questo racconto offensivo della dignità altrui, discriminatorio o abbia contenuti non legali
segnalalo subito!

:: INSERISCI UN TUO COMMENTO ::

I Commenti dei lettori:


molto bello e ecitante
» bravosex [09/12/2016]


   Racconto successivo:
  "la studentessa"
  Racconto precedente
  "con zia anna"
« SOMMARIO »

Vuoi inviare anche tu
un racconto o una tua esperienza erotica?




 Annunci&Incontri
 Mettiti in Gioco
 Exhibition&Escorts
 Racconti erotici
 Erotic Writers
 Le Donne si Spogliano
 Fotoracconti Hard
 FreeGallery XXX
 Porno Dive
 Video Porno Gratis
 Film XXX Online
 Webcam Streep
 Adult TV Online
 Filmissimi
 Free XXX Hentai
 Sexy Cartoons
 le Porno Barzellette
 Pornogames
 Sex & Bizzarre
 Cards per Adulti
Community
 CONOSCIAMOCI!
 FORUM
Login:
Email:
Pass: 
Accesso auto
Non ricordi i tuoi dati?
Modifica la password
Aggiorna il tuo profilo
Cancella account
::: ISCRIVITI :::
XXX Mobile
Sul tuo cellulare
scarica o vedi gratis i video porno di Nutilla-Mobile


FILMISSIMI
Films hardcore
della durata di circa 30 minuti da godersi davanti al proprio PC


FACCIAMOLO COSI'
In quale posizione preferisci fare sesso?
Vota la tua preferita e lascia un commento!!!


PORNO DIVE
Sono arrivate le splendide:
Far Sarawimol,
Alexis Lee e Brianna Banks


FILM XXX ONLINE
Tantissimi video porno gratis!!!


PORNO GAMES
Per giocare con il sesso direttamente online


Visita la pagina della nostra Community dove trovi tanti amici che vogliono conoscerti...

GRANDE NOVITA'
La TV per Adulti direttamente sul tuo computer.
9 canali con programmazione non-stop tutti gratis!!!


Dimostra le tue doti di Amatore
partecipando
al grande
torneo-game
"Fammi Godere" nella sezione
PORNO GAMES


Sissi
è la concorrente in testa in questo momento con
1709 voti.



messaggi di single, coppie, ecc.
L'ultimo messaggio :
bimbadolce
Per tante coccole dolci e sensuali..contat tami...sono calda e avvolgente come l'estate....
baciiii
Vale< r>p.s *** dalle 15 alle 21.no sms! ...
Tantissimi film
da godersi
direttamente
online
Le Donne si Spogliano
OGGI
Giochiamo a:
Dolce Pompino
Il video di oggi è:

NO, NO, il culo NO!!!



 Segnala un sito | CERCO:Amici!Amore!Sesso! |
  nutilla.com  © 2000>2013 - Tutti i diritti sono riservati CONTATTACI DISCLAIMER HOME PAGE TORNA INDIETRO TORNA SU

PORNO GAMES RACCONTI EROTICI SEX GAMES ANNUNCI E INCONTRI VIDEO DIVERTENTI BARZELLETTE GAMES FOR ALL FORUM PER ADULTI VIDEO PORNO ITALIANI

.