Racconti erotici, storie porno vere inviate dai lettori.
PORNOSTAR FAMOSE
Anche l'occhio vuole la sua parte!
SEGNALA UN SITO AGGIUNGI NUTILLA FRA I TUOI PREFERITI CONTATTA LO STAFF
Siamo in 118
» HOME

» PAUSACAFFE'
· GameBox
· La Sai l'Ultima su?
· I Test(icoli)
· Gli Scherzi on-line
· Oroscopo


» PAZZOWEB
·VideoFun
·Immagini Pazze
·Notizie Pazze
·Sfondi Pazzi


» COM.(M)UNITY
·La Messaggeria
·Chat-ti-amo


» UTILITY
·Utility-Desktop
·Buoncompleanno
 Cards

·Bad Cards


» ADULT ZONE

» WEBMASTER


FILMISSIMI
Comodamente davanti
al tuo PC goditi questi bellissimi films hardcore della durata di circa 30 minuti.


FACCIAMOLO COSI'
In quale posizione preferisci fare sesso?
Scegli la tua, vota e lascia un commento...!


ADULT TV
La Tv hardcore
con 9 canali e una programmazione
24ore non stop


WEBCAMS
Bellissime ragazze si spogliano davanti la loro webcam

Ragazza si fa un ditalino in mezzo alla strada


Sexy
Cartoons

Mamma e figlia non ne perdono una...
» Una a caso:
Perche' il sesso assomiglia molto al bridge? Perche' non c'e' bisogno di avere un partner se hai una buona mano. ...[continua]


Nutilla on Facebook


Home > Adult Zone > Racconti Erotici > Leo


  
 RACCONTI EROTICI

» leo
inviato da: unuomo
Letto 7.189 volte
Al 496° posto in questo momento con 267 voti.
Hanno votato in 20 giorni 75 amici (34 donne e 41 uomini).


Sposato da 10 anni con Francesca, la mia vita scorreva uguale a quella di tanti altri: il lavoro, l’impegno politico, qualche hobbyes particolare come le immersioni subacquee e le arrampicate in montagna. Pochi ma fidati amici ci facevano compagnia nel nostro tranquillo menage familiare.
Francesca aveva molte cugine ma, tra queste, quella con cui ci vedevamo spesso era Sandra. Di un anno più giovane di mia moglie, Sandra da qualche anno era fidanzata con Leo, un ingegnere informatico con cui condividevo la grande passione per la subacquea. Noi quattro, tutti laureati col massimo dei voti, tutti o liberi professionisti o dirigenti d’azienda, ci si vedeva almeno un paio di volte la settimana. Sandra teneva sempre in gran considerazione tutto ciò che dicevo scatenando talvolta la gelosia inutile di mia moglie. L’anno scorso, finalmente, dato che le nostre ferie coincidevano, per la prima volta abbiamo deciso di trascorrere un paio di settimane in vacanza assieme. Sandra scelse per tutti: trovò un incantevole appartamento in un’ isola della Croazia. Perfetto luogo dove poter rilassarci e fare qualche immersione. I primi giorni tutto filò liscio. Una sera, dopo una cena in un magnifico ristorantino inizò a piovere. Una pioggerellina insistente che ci obbligava a rientrare in casa. Nessuno aveva sonno e iniziammo a chiacchierare del più o del meno. Ad un certo punto quasi senza pensarci raccontai di aver letto un racconto in cui due amiche giocavano a carte e ad ogni mano del gioco chi perdeva doveva togliersi un indumento. “Potremo farlo anche noi sarebbe divertente” disse Sandra. “Cosaaa?” rispose mia moglie. “Federica cosa vuoi che succeda? E’ una settimana che stiamo in costume da bagno, fa poca differenza rimanere in costume o in intimo non credi?” obiettò Sandra. “Amore, tua cugina ha ragione e poi potremmo stabilire di interrompere il gioco non appena uno di noi lo decidesse”.proposi io. Per nulla convinta ma anzi visibilmente seccata, Federica acconsentì a giocare. Il gioco era semplicissimo: assegnato alle figure di un mazzo di carte il valore di mezzo punto, vinceva chi riusciva a realizzare 7 punti e mezzo o chi vi si avvicinava di più. Ovviamente chi superava la soglia del 7 e mezzo perdeva.
Non sono mai stato fortunato al gioco. Ma evidentemente anche Leo aveva il mio stesso destino, Nel giro di un’ora infatti entrambi eravamo rimasti in boxer. Sandra aveva ancora la maglietta mentre mia moglie indossava ancora la gonna.La mano successiva vide Leo spiazzare tutti: in una botta secca aveva infatti raggiunto quota sette e mezzo senza nemmeno bisogno di chiedere altre carte! Leo guardò la fidanzata e le disse “Sandra, via la maglietta”. “Amore c’è un problemino…non ho reggiseno”. Mia moglie all’udire questo si irrigidì. “Eccola siamo alle solite, adesso chiederà che la smettiamo” pensai. Non me ne sarei stupito: fino ad allora la vita sessuale tra me e lei non era certo stata esaltante. Nulla di speciale, insomma. E dire che io di fantasie ne avevo. E più di una. Ma come solo pensare di soddisfarle se avevo accanto una donna che se lo metteva in bocca solo dopo che avevo indossato un preservativo? E dire che io in questo, come dire?, sono assolutamente paritario: a me, insomma, piace tutto di una donna. Ma proprio tutto. Federica intuì la mia frustrazione e non disse nulla. Abbassò gli occhi e sono certo vide il gonfiore dentro i mei boxer. Leo per nulla turbato annuì alla fidanzata. Sandra prontamente si sfilò la maglietta. Avevo sempre pensato che  dovesse avere due belle tette. Non ne rimasi deluso: uscirono fuori due seni, sodi, abbandonanti che talvolta lei stringeva in un reggiseno che ne valorizzava l’incavo. Infilargli il cazzo lì in mezzo per una sega alla spagnola avrebbe dovuto esere una magnifica esperienza, pensai. I capezzoli erano turgidi, dritti. Si vedeva che era eccitata. La mano successiva non ebbe storie: toccò a Federica togliersi la gonna. In quella successiva, il gioco cominciò a farsi decisamente interessante ma io non avevo tempo di seguirlo occupato com’ero a scongiurare dentro di me che mia moglie non lo interrompesse. A perdere fu Leo che dovette togliersi i boxer. Mia moglie si alzò. “Ecco è finita” pensai. Invece andò a prendere qualcosa da bere. Leo evidentemente non era ancora coinvolto dalla situazione. Rimasto nudo, il suo cazzo non era ancora in erezione.
Verso mezzanotte la ruota della fortuna iniziò a girare nel giusto senso. Toccò a mia moglie perdere per due volte di fila. Senza dire nulla e con me che ero turbato dal suo silenzio si tolse il reggiseno. Stava iniziando a siflarsi le mutandine quando improvvisamente si bloccò.  Sandra intuì il suo disagio e le propose di andare nell’altra stanza per un po’. Io e Leo rimanemmo in silenzio attendendo che le due donne decideressero le sorti del gioco. Non dovemmo aspettare per molto. Dallo sguardo di Sandra capii che le resistenze moralistiche di mia moglie erano vinte. Federica si sedette, ci guardò. Mise le mani sotto il tavolo e si sfilò gli slip. Eravamo oramai solo io e Sandra con ancora qualcosa addosso. Non per molto però. Il primo a rimanere nudo fui io. Mi alzai in piedi e cominciai a sfilarmi di dosso i boxer. Non sono particolarmente dotato ma il mio cazzo aveva un’erezione davvero notevole. A 24 anni mi feci circoncidere e dunque il glande è perennemente scoperto. La capella era ingrossata e i coglioni fremevano dall’eccitazione. Sandra mi guardava e guardava Leo che era arrossito: il suo cazzo che fino ad allora non aveva dato cenni di vita, si era ingrossato a dismisura. Un palo ritto, lungo almeno 20 cm faceva ora bella mostra di sé. Anche Federica se ne era accorta mentre io strinsi l’occhietto a Sandra. Con la mano successiva fu Sandra a perdere e ci ritrovammo tutti e 4 nudi. A quel punto prese lei l’iniziativa:” facciamo un’ultima mano – disse – e chi vince sarà libero di ordinare agli altri di fare quelle che vuole…anzi: dividiamoci in due coppie, io sto con Chicca mentre voi due maschietti formate l’altra coppia”. “Va bene” rispondemmo all’unisono. Decidemmo di cambiare gioco: fu una partita a scopa (..e che altro?)  quella che cambiò il nostro destino. Chicca e Sandra si dimostrarono fortissime: nel giro di mezz’ora ci avevano surclassato. “E ora?” chiesi. Sandra guardò Federica: “perché voi maschietti non vi baciate?”. “Coosaaa” dicemmo io e Leo. “Ma dai: non ditemi che non sognate di vedere due donne fare sesso fra loro..ebbene: anche noi abbiamo lo stesso desiderio, vero Chicca?”. Guardai mia moglie: non arrossiva più, non abbassava più gli occhi ma i suoi capezzoli turgidi dicevano più

di mille parole. Leo mi guardò, si alzò. Mi prese il viso fra le mani e mi baciò sulla bocca. Io immaginai di baciare Chicca o al limite Sandra ma quando la lingua di Leo mi entrò in bocca a cercare avidamente la mia, non scappai. Decisi di accettare quell’invito. Fu un bacio appassionato mentre le punte dei nostri membri si sfioravano. “Bravi, daiii” esplose Sandra. Anche Chicca applaudiva. Ora toccò a mia moglie prendere l’iniziativa: “inginocchiati” mi disse. Lo feci. “Apri la bocca e succhiaglielo come vorresti che facessi io a te”. Ero paralizzato. Deglutii con fatica e repressi i conati di vomito che iniziavano a salire. Fu Sandra a togliermi d’ impiccio. “Buona idea Chicca ma lasciamo che sia Leo il primo ti va?”. “Per me va bene” aggiunse mia moglie. Il mio cazzo entrò nella bocca di Leo come un fulmine. La sua lingua mi accarezzava l’uretra e poi leccava dolcemente l’asta e le palle. Un pompino straordinario pensai. Venni in pochissimo tempo. Appena Sandra notò i miei sussulti intuendo i fiotti di sperma che stavano schizzando dentro la bocca del suo uomo, esclamò: “Leo non ingoiare, tienitelo in  bocca e bacia Chicca”. Leo si avvicinò a  mia moglie. La baciò e durante il bacio il mio sperma passò dalla sua bocca a quella di Chicca che infoiata ingoiò ciò che fino ad allora mai aveva voluto nemmeno toccare o quasi! A quel punto il ghiaccio era rotto. Mi avvicinai a Sandra. Iniziai a leccarle i piedi. La mia lingua indugiava sulle sue dita, ne leccava gli spazi fra dito e dito. Poi iniziò a salire. Le caviglie, i polpacci tesi allo spasmo. Poi l’interno delle cosce. Non degnai la fica nemmeno di uno sguardo. La saltai volontariamente ed iniziai a succhiarle i capezzoli. Glieli mordicchiavo con i denti mentre la mano indugiava sul suo sesso. Quando mi resi conto che era sufficientemente bagnata, decisi che quegli  umori sarebbero stati la mia bevanda. La lingua iniziò a solleticarle le grandi labbra. Mi misi parallelo alla sua fica, in modo che le mie labbra fossero per perpendicolari al suo clitoride. Iniziai a titillarglielo. Lo accoglievo tra le mie labbra mentre la punta della lingua lo stimolava. Volevo prendermi tutto il tempo necessario per farla godere. Volevo bere i suoi umori. Di tanto in tanto lasciavo il suo clitoride e la penetravo con la punta della lingua mentre i denti le solleticavano le grandi labbra. “Mi fai morire, mi stai uccidendo” continuava a ripetermi. Ripresi a succhiarle il clitoride mentre avvertivo gli umori che scendevano. Mi sdraiai accanto a lei. Lei mi salì sopra. La sua fica era giusto sopra la mia bocca. Le tenevo i fianchi con le mani. La facevo ondeggiare per dare alla mia lingua la possibilità di leccargliela tutta. Sentivo che Sandra tratteneva l’orgasmo imminente. Voleva accrescerlo a dismisura. Mentre la leccavo, la mia mano destra scendeva sul suo culo. Le dita reclamavano di entrare. Spinsi un po’ più forte. Avvertii chiaramente lo sfintere che si allargava. Iniziai a graffiarle l’interno del culo mentre la mia lingua incessante continuava a lappare quel sesso oramai fradicio. Sandra decise che era il momento di lasciare uscire l’orgasmo trattenuto per troppo tempo. La voce diventò roca, i mugolii si fecero impercettibili.. “Vengo” gridò ad un tratto. Dalla sua fica uscì un liquido biancastro che bevvi golosamente.
Sandra decise di ricambiare. Aprì la bocca e si infilò il mio cazzo. La sua lingua andava su e giù mentre con la mano mi masturbava dolcemente. Un dito era già nel mio culo a stimolarmi sempre più. “Guarda Chicca come è bella mentre sta venendo” mi disse togliendosi per pochi istanti la cappella dalla bocca.. Io non potei far altro che darle ragione nel vedere Leo e Chicca impegnati in un 69 pauroso. Non resistevo più. Decisi di forzare la mano. Misi Sandra alla pecorina ed iniziaii ad entrarle nella figa. Il cazzo scivolava dentro di lei come lama nel burro. Chicca si andò a mettersi davanti a lei. Le loro bocche iniziarono a baciarsi mentre io e Leo stantuffavamo come forsennati. A quel punto feci uscire il cazzo ed iniziai a leccare il culo di Sandra. Sanra si chinò ancora di più, sollevò le sue natiche per facilitarmi il compito. Le dita che le infilai mi fecero capire quando era pronta. Federica volle partecipare: allargò le natiche di Sandra, prese in mano il mio membro e mi aiutò ed entrare. Sandra spingeva e rilassava lo sfintere. Ad ogni pressione che esercitavo sentivo che il cazzo stava entrando sempre di più. Chicca iniziò a masturbarla per farla eccitare ancora di più mentre Leo imperterrito continuava ad usare la fica di mia moglie a suo piacimento. Iniziai a muovermi dentro il suo culo. All’inizio dolcemente poi sempre più forte. Sandra si dimenava cercando di aiutarmi. Inarcava la schiena, arretrava col culo per facilitarmi la spinta. Sentii  il mio sperma entrò nel culo invitante della mia “cuginetta”. Tolsi il cazzo dal suo culo e glielo mostrai. Sandra lo baciò e poi lo offerse a Chicca. Per nulla spaventata dalla capella sporca di sperma ed escrementi, mia moglie iniziò a lappare via quel che era rimasto. Soddisfatto vidi Leo che si era steso sul letto: Sandra si era impalata al suo cazzo mentre Chicca gli era salita sul viso per farsi leccare la sua figa. Vennero entrambe praticamente all’unisono. Rimanemmo sdraiati, esausti ma non ancora sazi. Leo mi guardò. Poi guardò languido Sandra: “è stato bravo col tuo culo?” le chiese. “Perché non provi?” rispose e, intuendo il disagio di chi – come me – mai aveva fatto nulla con altri uomini, si avvicinò e mi baciò in bocca (“fallo per me, ti prego” mi sussurrò per non farsi sentire da mia moglie). Chicca capì al volo. Iniziò a succhiarmelo. Non dovette faticare molto per farmi venire un’altra erezione. Leo si era già messo a carponi mentre Sandra con una mano glielo masturbava e con l’altra abbondava di vaselina. Guardai il culo di Leo e, senza aspettare altro, entrai dentro di lui. Non gridò, non disse nulla. Solo un “oh” strozzato quando la mia capella toccò i recessi oscuri del suo sfintere. Compresi che per loro quella non era un’esperienza nuova. Per me sì. E fu davvero piacevole sborrare dentro il culo di un uomo. Estrassi il mio sesso e lo offersi a Chicca: lo prese in bocca, lo pulì mentre Sandra si dedicava alla sua figa. Scopai anche Chicca mentre Leo si faceva la sua donna. Il giorno dopo ci risvegliammo come in trance. Quando ci accorgemmo della nostra nudità e vedemmo che le lenzuola avevano conservato tracce indiscutibili di ciò che era stato ci guardammo negli occhi e decidemmo di frequentarci più spesso.




Se ritieni questo racconto offensivo della dignità altrui, discriminatorio o abbia contenuti non legali
segnalalo subito!

:: INSERISCI UN TUO COMMENTO ::

I Commenti dei lettori:


:: Non ci sono commenti per questo racconto ::


   Racconto successivo:
  "il dildo"
  Racconto precedente
  "la troietta di mai cognata"
« SOMMARIO »

Vuoi inviare anche tu
un racconto o una tua esperienza erotica?




 Annunci&Incontri
 Mettiti in Gioco
 Exhibition&Escorts
 Racconti erotici
 Erotic Writers
 Le Donne si Spogliano
 Fotoracconti Hard
 FreeGallery XXX
 Porno Dive
 Video Porno Gratis
 Film XXX Online
 Webcam Streep
 Adult TV Online
 Filmissimi
 Free XXX Hentai
 Sexy Cartoons
 le Porno Barzellette
 Pornogames
 Sex & Bizzarre
 Cards per Adulti
Community
 CONOSCIAMOCI!
 FORUM
Login:
Email:
Pass: 
Accesso auto
Non ricordi i tuoi dati?
Modifica la password
Aggiorna il tuo profilo
Cancella account
::: ISCRIVITI :::
XXX Mobile
Sul tuo cellulare
scarica o vedi gratis i video porno di Nutilla-Mobile


FILMISSIMI
Films hardcore
della durata di circa 30 minuti da godersi davanti al proprio PC


FACCIAMOLO COSI'
In quale posizione preferisci fare sesso?
Vota la tua preferita e lascia un commento!!!


PORNO DIVE
Sono arrivate le splendide:
Far Sarawimol,
Alexis Lee e Brianna Banks


FILM XXX ONLINE
Tantissimi video porno gratis!!!


PORNO GAMES
Per giocare con il sesso direttamente online


Visita la pagina della nostra Community dove trovi tanti amici che vogliono conoscerti...

GRANDE NOVITA'
La TV per Adulti direttamente sul tuo computer.
9 canali con programmazione non-stop tutti gratis!!!


Dimostra le tue doti di Amatore
partecipando
al grande
torneo-game
"Fammi Godere" nella sezione
PORNO GAMES


Sissi
è la concorrente in testa in questo momento con
1709 voti.



messaggi di single, coppie, ecc.
L'ultimo messaggio :
bimbadolce
Per tante coccole dolci e sensuali..contat tami...sono calda e avvolgente come l'estate....
baciiii
Vale< r>p.s *** dalle 15 alle 21.no sms! ...
Tantissimi film
da godersi
direttamente
online
Le Donne si Spogliano
OGGI
Giochiamo a:
Dolce Pompino
Il video di oggi è:

NO, NO, il culo NO!!!



 Segnala un sito | CERCO:Amici!Amore!Sesso! |
  nutilla.com  © 2000>2013 - Tutti i diritti sono riservati CONTATTACI DISCLAIMER HOME PAGE TORNA INDIETRO TORNA SU

PORNO GAMES RACCONTI EROTICI SEX GAMES ANNUNCI E INCONTRI VIDEO DIVERTENTI BARZELLETTE GAMES FOR ALL FORUM PER ADULTI VIDEO PORNO ITALIANI

.